Sono passati quasi 7 anni...

Dal 2012, da quelle terribili scosse di maggio, le chiese di Budrione e Migliarina sono state dichiarate inagibili. 


Così quasi tutte le attività religiose e civili si sono accentrate a Budrione, dove fra container e tendostrutture le due comunità hanno proseguito la loro vita in comune. 
Ma dal 4 marzo 2019 la chiesa di Budrione è stata avvolta da un telone bianco e impalcature sono state montate fino al tetto: tutti abbiamo supposto che fossero partiti i lavori di restauro...

chiesa 2

Per questo abbiamo chiesto al parroco, don Michele Zampieri, se fosse davvero arrivato il turno della nostra parrocchia. 
"Finalmente sì, ci ha risposto il parroco. I lavori saranno principalmente di messa a norma antisismica della struttura e dureranno più o meno un anno e mezzo"

Chi finanzierà i lavori?
"In primis la Diocesi, poi potremo attingere ai fondi regionali assegnati al terremoto dell'Emilia"
Io credo che anche parecchi parrocchiani concorreranno alle spese. 
"La canonica non ha subito grossi danni, quindi presto alcuni container spariranno."

canonica

E per Santa Giulia, a Migliarina?
"Temo che per Migliarina si debba aspettare ancora... D'altra parte, le comunità hanno in Budrione un centro unico e consolidato, mentre Migliarina è suddivisa in più zone: la Diocesi ha deciso così la priorità"

Siamo andati a vedere il cartello tecnico apposto sul vecchio cancello ed abbiamo notato che l'importo sfiora i 700.000 euro. Speriamo che non ci siano, nel corso dei lavori degli imprevisti che facciano lievitare i costi, come sempre. 

riepilogoAllora, buon lavoro!!!

Testo e foto di Annamaria Loschi