Controllo del Vicinato: ricetrasmittenti e solidarietà

Ieri la Gazzetta di Modena ha riportato quanto portato avanti dai cittadini del Gruppo di Controllo del Vicinato di San Martino Secchia, che hanno trovato un modo efficace per ovviare all’isolamento dei residenti più anziani e per contrastare i ladri.

Gli abitanti della frazione, preoccupati dall’aumento progressivo, hanno deciso di potenziare il progetto di Controllo del Vicinato (il primo dell’Unione delle Terre d’Argine), dotandosi di una tecnologia tanto semplice, quanto efficace: la ricetrasmittente. I costi non proibitivi dello strumento e la sua facilità di utilizzo, uniti alla solidarietà tra vicini, hanno portato ad un concreto calo dell’attività criminale, e non è tutto qui; 
La possibilità di poter comunicare tra vicini in modo più agevole ha, infatti, permesso a molti anziani di sentirsi meno soli e più integrati nella comunità.
E’ bastato poco ai residenti per capire che le ricetrasmittenti, oltre ad assolvere la funzione di deterrente contro il crimine, possano anche essere utilizzate per semplificare la cita dell’intero vicinato; hanno, infatti, iniziato ad usarle anche per mettersi d’accordo per piccole commissioni o per aiutarsi nelle incombenze della vita quotidiana.

Insomma, uno strumento semplice ed economico che ha dato il via ed un vero e proprio esperimento di solidarietà.

 

Corrado Gallo