A Gargallo c’è la Torre Stoffi

Nel territorio di Carpi, in località Gargallo, sulla strada per Campogalliano, in mezzo alla campagna è situata la Torre Stoffi, elemento architettonico risalente agli inizi del XVI secolo. Costruita dai Pio, signori di Carpi, come opera di sorveglianza e difesa presso il Canale di Carpi, ebbe una breve stagione come opera militare di notevole importanza. Successivamente, venendo a perdersi nel tempo la funzione militare, la torre venne trasformata in abitazione civile: vennero costruiti soffitti in legno per creare piani, finestre aperte e caminetti per renderla più idonea alla vita civile, addirittura l’interno fu ornato con decorazioni affrescate. Dopo il suo periodo di massimo splendore, la torre fu abbandonata per accresciute esigenze di comfort abitative e dal lento e progressivo degrado dovuto al tempo.

Come spiega Federico Trombi, nel sito mondimedievali.net, la Torre Stoffi è fatta interamente in cotto, ha una base quadrata di circa 8 metri, con uno zoccolo a scarpa delimitato da un cordolo. Ha finestre molto ampie nonostante il tipo di costruzione, eseguite successivamente la realizzazione iniziale, mentre ne restano alcune piccole e originali disposte agli angoli, ad illuminare le scale.
Dal terzo piano è visibile, a sinistra della parete sud quanto resta di una mensola in pietra, mentre a destra e sugli altri lati della torre resta solamente la traccia delle altre mensole. La Torre è avvolta da un esoscheletro metallico che per ora ne ha evitato il crollo.

E’ di proprietà privata e si trova vicino ad un gruppo di case abbandonate ed è possibile visitarla  per la sua contiguità a due strade di grande traffico (è lungo via Mulini, 600 metri prima della frazione di Panzano andando verso Campogalliano).
E’ sconsigliabile comunque avvicinarsi troppo alla torre per il reale pericolo di crollo, segnalato anche da appositi cartelli.